Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Eventi
Scritto il 09-09-2014 | 18:36 da Mauro Pocci
Nuovo asilo nido all’ex Meyer

Nuovo asilo nido all’ex Meyer

 

Ospiterà 50 bambini di età compresa tra 3 mesi e 3 anni

 

Recuperato e rimodernato l’edificio del ‘Padiglione Sforni’ all’interno dell’area ospedaliera dell’ex Ospedale Meyer grazie alla progettazione congiunta tra Direzione Servizi tecnici e Direzione Istruzione del Comune, nel corso dell’anno scolastico 2014-2015 sarà attivo un nuovo asilo nido di 600 metri quadrati. I lavori per la realizzazione del nuovo nido, del valore complessivo di 1.050.241 euro sono stati eseguiti dalla Società cooperativa UNIFICA.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha aperto oggi le porte per la prima volta con il sopralluogo effettuato assieme  alla vicesindaca Cristina Giachi e all’intera Giunta comunale in seguito allo svolgimento della seduta che si è tenuta sul posto.

L’edificio, composto da un piano rialzato e uno seminterrato, accoglierà 50 bambini di età compresa tra 3 mesi e 3 anni che saranno suddivisi, per gruppi di età, in tre sezioni: “piccoli”, “medi” e “grandi. Per ogni piano è stata prevista una diversa funzionalità: il piano rialzato è destinato a ospitare gli spazi riservati ai bambini (gioco, pranzo, riposo, cambio e servizi igienici) e gli spazi strettamente connessi al funzionamento del servizio educativo (spazi accoglienza, disimpegni e servizi igienici per il personale del nido d’infanzia). In particolare, il nuovo corpo centrale, oltre ad assolvere la funzione di collegamento tra i due corpi originari dell’edificio, è connotato come ‘spazio multifunzionale’, attrezzato e destinato ai bambini per attività ludico-motorie a carattere non continuativo.

 


Il piano seminterrato è invece destinato ad ospitare i servizi necessari al funzionamento dell’attività educativa (cucina, dispensa, spogliatoi, servizi igienici, uffici per colloqui e lavori di gruppo, sala riunioni, depositi e locali tecnici, servizi igienici per i visitatori), mentre nella parte in prossimità dell’ascensore sono previsti due locali destinati ai bambini per attività non continuative (laboratorio ed attività motoria).
Anche il resede esterno risulta suddiviso in due parti, separate con recinzioni e cancelli: due spazi esterni specificatamente riservati ai bambini di 427 metri quadrati sistemati a giardino e a cortile pavimentato e spazi esterni non accessibili ai bambini utilizzati per gli accessi pedonali e carrabili al nido.

 

La struttura è realizzata all’insegna del risparmio energetico con il 50% del fabbisogno di acqua calda prodotta grazie ai pannelli solari installati nella zona riservata alla centrale termica.

Galleria immagini

VIDEO
ALTRI VIDEO