Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Eventi
Scritto il 01-06-2015 | 10:17 da Mauro Pocci
La cabina elettrica diventa un’opera d’arte

La cabina elettrica diventa un’opera d’arte

 

A Calenzano Enel e Clet per realizzare un giardino verticale sulla facciata

 

Anche una cabina elettrica può diventare un’ opera d’arte. Il manufatto, un anonimo parallelepipedo nel centro di Calenzano, grazie alla collaborazione tra Comune di Calenzano, Design Campus dell’Università di Firenze ed Enel Distribuzione, che ha messo a disposizione la struttura, è diventato la prima istallazione verde al mondo di questo genere grazie all’intervento di Clet Abraham , noto per le opere sui cartelli stradali. L’artista è stato chiamato dal Comune di Calenzano a dare un nuovo volto alla cabina elettrica di piazza Vittorio Veneto, nel centro della cittadina alle porte di Firenze.

 

L’ opera chiamata "Fosco", il boscaiolo coniuga così arte e reinserimento urbano dei servizi come ha sottolineato Monica Cataldo per Enel all’inaugurazione a cui erano presenti oltre a Clet la progettista Sandra Marraghini, architetto dell’Università di Firenze, Massimo Ruffilli, Presidente del Corso di Laurea Magistrale di design dell'Università di Firenze con sede a Calenzano, il Sindaco di Calenzano Alessio Biagioli;

Le opere di Clet – ha commentato il sindaco Biagioli – riescono a lanciare messaggi immediati e semplici ed è proprio per questo che sono così popolari, soprattutto tra i giovani. Per questo lo abbiamo invitato ad inaugurare la strada, per aprire un dibattito con i cittadini e con gli studenti di design che sono a Calenzano.

Mauro Pocci

VIDEO
ALTRI VIDEO